Biathlon Azzurro

Mondiali Pokljuka 2021: oro per Tiril Eckhoff nella sprint iridata, ottima quinta Lisa Vittozzi

Riscatto norvegese nella sprint femminile dei Mondiali 2021 di Pokljuka. Dopo la deludente prova maschile di ieri, arriva la prima medaglia d’oro individuale in casa Norvegia grazie alla quarta vittoria di fila nel format e settimo trionfo stagionale per Tiril Eckhoff.

La fuoriclasse norvegese si è imposta grazie a una prova perfetta al tiro e il terzo tempo sugli sci concludendo la sua gara con un tempo di 21’18”7, guadagnando così anche preziosi punti in ottica classifica generale e diventando la nuova leader di Coppa del Mondo, scavalcando Marte Olsbu Roeiseland oggi sesta a 43”5 di ritardo con due errori di troppo.

Secondo posto per la francese Anais Chevalier-Bouchet che, nonostante i due errori commessi al poligono, ottiene una preziosa medaglia d’argento grazie al miglior tempo sugli sci e un ritardo dalla norvegese di dodici secondi. La francese si riscatta così dalla staffetta mista di mercoledì 10 febbraio dove, a causa dei troppi errori, aveva precluso la possibilità di medaglia alla squadra transalpina.

Chiude il podio la bielorussa Hanna Sola che, con un distacco dalla testa di 14”4, conquista una sorprendente medaglia di bronzo da outsider grazie allo zero al poligono e a un buonissimo passo sugli sci. Si tratta del primo podio in carriera per la ventiquattrenne. Appena fuori dalla top-3 Denise Herrmann, che chiude la sprint al quarto posto con un ritardo di 22”3, prova sporcata da un errore di troppo nella serie in piedi e un passo sugli sci non determinante in ottica medaglie.

Bella gara di Lisa Vittozzi che con zero errori si piazza al quinto posto con un ritardo di 37”7. La prestazione della sappadina è stata macchiata da un piccolo imprevisto occorso all’arrivo alla piazzola di tiro durante il poligono in piedi, a causa della caduta del caricatore ha infatti perso dei secondi preziosi che avrebbero potuto determinare una posizione ancor più di prestigio. L’azzurra può ritenersi comunque soddisfatta anche in vista dell’inseguimento di domani dove partirà con un distacco di 23″ dal podio.

Non sarà altrettanto invitante la posizione di partenza della nostra atleta di punta Dorothea Wierer, la quale nonostante il secondo shooting time di giornata, sporca le proprie percentuali con due bersagli mancati. La poca precisione unita a un passo sugli sci non troppo brillante a causa del raffreddore patito nei giorni scorsi la costringono a concludere la sprint al ventesimo posto con un ritardo di 1’21”9.

In casa Italia, arrivano i primi punti in Coppa del Mondo per le giovani Michela Carrara (un errore a terra) e Irene Lardschneider (zero errori), rispettivamente ventitreesima e ventiquattresima a un minuto e mezzo, le quali proveranno a fare ancora meglio nella prova di domani. Non parteciperà all’inseguimento invece Federica Sanfilippo, settantanovesima con quattro errori al tiro

Prestazione sotto le aspettative per Hanna Oeberg che, nonostante un solo errore commesso nella seconda serie, conclude la prova al decimo posto con un distacco di 58”8 dalla testa. La svedese non si è dimostrata brillante sugli sci, mostrandosi parecchio in affanno nel giro finale. Nella lista delle deluse di giornata anche Lisa Theresa Hauser, sesta, con una prova al tiro decisamente troppo fallosa per quanto siamo abituati a vedere.

L’appuntamento è per domani, domenica 14 febbraio, con i due inseguimenti. Partiranno gli uomini alle 13.15, seguiranno poi le donne alle 15.30.

Elena Facondo

Foto: IBU