Biathlon Azzurro

Campionati Europei: l’ucraino Artem Pryma conquista la medaglia d’oro nell’inseguimento, 15mo Daniele Cappellari

Sono in corso di svolgimento i Campionati Europei di biathlon 2021 di Dszuniki-Zdroj (Polonia), che oggi prevedono le due gare ad inseguimento con la partenza fissata dai distacchi ottenuti nella sprint di ieri. Nella prova maschile c’è stata una bella rimonta dell’ucraino Artem Pryma, che si toglie così certamente la più bella soddisfazione della stagione dopo i due sesti posti ottenuti nell’individuale e nella sprint. Nonostante i tre errori commessi al tiro (1+0+1+1), l’ucraino classe 1987 ha avuto la meglio per 6.6″ sul ceco Michal Krcmar (0+0+0+1), con un argento che poteva essere un metallo più pregiato se avesse trovato il 20/20: bronzo per il norvegese Haavard Gutuboe Bogetveit (classe 1992, 0+0+1+2), che si è difeso dal ritorno del tedesco Kuehn, chiudendo a 12.5” da vincitore.

Fuori dal podio dunque la Germania, che vede come migliore dei propri rappresentanti proprio Johannes Kuehn (0+0+1+2), che ha chiuso la sua gara in quarta posizione a 18.6”. Più distanziato a 21.0” il giovane norvegese classe 1999 Filip Jeld Andersen (3), che precede il connazionale Sivert Bakken (5): settima posizione per lo svizzero Jaeger (4), oro nella sprint. Ottava piazza per il tedesco Dominic Schmuck (3), che nel finale ha resistito alla rimonta del lituano Vytautas Strolia, che ha trovato il 18/20. Chiude la top ten il norvegese Erlend Bjoentegaard (4), tra gli atleti più attesi in questa competizione, a 54.4” dal vincitore.

Quattro gli atleti azzurri impegnati nella prova odierna: il migliore è il friulano delle Fiamme Oro Daniele Cappellari, che ha condotto un abile rimonta dalla 33esima alla 15esima posizione finale trovando il 20/20 al tiro: un peccato per l’azzurro che è uscito dal poligono in decima posizione e ha perso terreno nel corso dell’ultimo giro, completando la sua prova con un distacco appena superiore al minuto. Più falloso al tiro invece Giuseppe Montello. Per l’atleta dell’Esercito classe 1992 sono stati pesanti i tre errori commessi nella prima serie in piedi (1+0+3+1), quando l’azzurro si stava giocando un piazzamento nei pressi del podio: Montello ha chiuso in 214esima posizione precedendo Patrick Braunhofer. Il carabiniere della Val Ridanna è stato preciso al tiro con il 20/20, risalendo dalla 53esima alla 25esima posizione finale. Chiude la sua prova in zona punti anche il livignasco Saverio Zini, 34esimo con tre bersagli mancati (1+0+2+0). L’appuntamento è fissato per domani, in programma ci sarà prima la single mixed e poi la staffetta mista che andrà a chiudere i Campionati Europei.

Fonte: Fondoitalia