Biathlon Azzurro

Rudolf Bachmann: una passione condivisa tra musica e biathlon

Nell’occasione dei Mondiali di Anterselva dello scorso anno abbiamo potuto conoscere alcune realtà del territorio che ci hanno piacevolmente colpito: tra queste c’è sicuramente l’officina di Rudolf Bachmann, ex musicista e appassionato di chitarre. Ad Anterselva di Sotto, se viaggiate verso lo stadio, non potrete non notare le sue insegne e nel suo laboratorio ha coltivato la sua passione per il legno e l’artigianato, una sinergia che negli ultimi anni ha coinvolto anche il biathlon.

“Ho sempre lavorato in questa officina per la realizzazione di chitarre, ma vista la prossimità con lo stadio circa 8 anni fa quasi per caso alcuni atleti mi chiesero di modificare il loro calciolo per renderlo più idoneo alle loro necessità: non c’è maggior soddisfazione di quella che si ottiene avendo risolto un problema, ogni atleta ha le sue esigenze e particolarità, per cui è stato un lavoro per lo più personalizzato. Nel tempo ho sviluppato sempre competenze potendo infine realizzare interamente dei calcioli”. 

Un moderno “problem solver” che però mantiene il fascino classico della “bottega” dell’artigiano: “Tra gli atleti della nazionale italiana sia Dorothea Wierer che Dominik Windisch utilizzano un mio prodotto o semilavorato, ma anche Johannes Thingnes Boe e Tiril Eckhoff sono passati dalla mia officina. Sono molti gli atleti che seguo delle varie nazionali, perchè tanti tecnici consigliano la mia consulenza per il supporto che hanno ottenuto quando erano atleti. Fornisco anche il 40% dei giovani atleti impegnati nella Coppa Italia, ciò mi rende estremamente felice”.

Quella di Rudolf è semplicemente una delle tante storie che potrete visualizzare tra le nostre interviste, clicca qui per vedere il video che abbiamo realizzato nella sua officina:

https://www.facebook.com/biathlonazzurro/videos/210030366804668

https://www.bachmann-biathlonstock.com/de/