Biathlon Azzurro

IBU CUP: Russia e Germania conquistano il successo nella staffetta di Brezno-Osrblie

Programma di giornata interamente dedicato alle staffette quello odierno per la seconda tappa che si sta disputando sulle nevi slovacche di Brezno-Osrblie, valida come quinta tappa di Ibu Cup.

Nella prova femminile disputata in mattinata è il quartetto russo a ottenere il successo, bissando la vittoria ottenuta nell’unico precedente stagionale ad Arber. Natalia Gerbulova, Ekaterina Noskova, Valeriia Vasnetcova, Anastasiia Egorova. Egorova, pur accumulando due giri di penalità, è riuscita a rimontare sulla svedese Anna Hedstrom, conquistando il successo, mentre la tedesca Marion Deigentesch è riuscita a portare la Germania sul podio. Le russe si sono imposte con 9″4 di vantaggio sulla Svezia (Hoegberg, S.Nilsson, Andersson e Hedstrom) che erano al comando all’uscita dall’ultima serie: completa il podio la Germania (Weidel, Fruehwirt, Kebinger e Deigentesch), terza a 26″5 e orfana di Vanessa Voigt, vincitrice delle ultime 3 gare a Osbrlie. Assente in questa gara la rappresentativa dell’Italia che in Slovacchia ha portato solo tre atlete.

Nel pomeriggio si è disputata la prova maschile, dove è la Germania (nove ricariche) a conquistare il successo nonostante abbiano percorso un giro di penalità, bissando a loro volta la vittoria ottenuta ad Arber nel format, grazie a Justus Strelow, Lucas Fratzscher, Philipp Horn e Philipp Nawrath in 1:16:16.5. Distanziata di 26.6 secondi la Russia (sei ricariche) composta da Kirill Streltsov, Vasilii Tomshin, Nikita Porshnev e Semen Suchilov, e di 39.3 sulla Norvegia (due giri di penalità ed otto ricariche) di Aleksander Fjeld Andersen, Erlend Bjoentegaard, Haavard Gutuboe Bogetveit ed Endre Stroemsheim che paga soprattutto i 2 giri di penalità in cui è incorso Bogetveit quando era ampiamente al comando della gara.

Settima con un distacco di 4:31.0 l’Italia (quattro giri di penalità e quindici ricariche) di Daniele Cappellari, Giuseppe Montello, Nicola Romanin e Patrick Braunhofer. I quattro azzurri sono risultati particolarmente fallosi al poligono, se consideriamo che il solo Montello non è entrato nel giro di penalità: per gli azzurri potrebbe esserci già il riscatto nella sprint di sabato.

Clicca qui per la classifica della staffetta femminile

Clicca qui per la classifica della staffetta maschile