Biathlon Azzurro

IBU CUP, Vanessa Voigt e Nikita Porshnev si impongono nelle short individual di Brezno-Osrblie

Mentre in Slovenia sono in atto i Mondiali 2021 di biathlon a Pokljuka, è scattato oggi il quinto appuntamento stagionale con l’IBU Cup, che è restata ancora in Slovacchia dove già lo scorso weekend aveva corso sulle nevi di Brezno-Osrblie. Al mattino si è corsa la 12.5 km short individual femminile con Vanessa Voigt capace di continuare il suo impressionante ruolino di marcia e trionfare ancora dopo aver già vinto sprint e pursuit la scorsa settimana sullo stesso tracciato.

La tedesca ha chiuso oggi in 38’52″3, davanti alla connazionale Hanna Kebinger, seconda a 6″9, ed alla statunitense Madeleine Phaneuf, terza a 26″2. Tra le azzurre bene Samuela Comola, ottava a 1’01″1, mentre terminano 52ma Nicole Gontier a 5’27″8, e 53ma Eleonora Fauner a 5’28″1. Se da una parte le due teutoniche e Samuela Comola colpiscono venti bersagli su venti, le altre due azzurre pagano la fallosità al poligono: cinque errori per Fauner, addirittura sette per Gontier. L’IBU Cup proseguirà nella stessa località con staffette di genere (domani), sprint (sabato) e pursuit (domenica), prima del gran finale in Val Ridanna a metà marzo.

Dopo pranzo è toccato poi agli uomini, che hanno gareggiato nello stesso formati sulla distanza di 15km. Ad imporsi è stato il russo Nikita Porshnev, al traguardo in 39’22″2, davanti al tedesco Justus Strelow, secondo a 13″6, e al norvegese Endre Stroemsheim, terzo a 15″7. Tra gli azzurri bene Nicola Romanin, quinto a 24″9, mentre terminano 42° Patrick Braunhofer a 3’33″8, 47° Daniele Cappellari a 3’46″8, 56° Jan Kuppelwieser a 4’22″9, 58° Giuseppe Montello a 4’32″7, 59° Serio Zini a 4’33″3.

L’IBU Cup proseguirà nella stessa località con staffette di genere (domani), sprint (sabato) e pursuit (domenica), prima del gran finale in Val Ridanna a metà marzo.

 

Foto: IBU

Redazione Biathlon azzurro