Biathlon Azzurro

IBU CUP Brezno-Osrblie: Vittoria di Weidel nell’inseguimento femminile, dominio norvegese al maschile con tre azzurri nella top-20

Si è conclusa con i due inseguimenti la quinta tappa di IBU CUP a Brezno-Osrblie in Slovacchia.

Il successo al femminile è andato alla tedesca Anna Weidel alla sua seconda vittoria in Ibu Cup. La tedesca, settima nella sprint di ieri, ha tagliato il traguardo in solitaria in 26’13″7 con un solo errore al tiro nella serie finale conclusa in 18.3”.
Dopo il piazzamento ai piedi del podio nella precedente sprint, centra il primo podio in carriera in Ibu Cup l’ucraina Anna Kryvonos, quasi perfetta al poligono trovando il 19/20, conclude la gara al secondo posto con 9”4 di distacco dalla vincitrice. Grande rammarico invece per la norvegese Ragnhild Femsteinevik che, entrata all’ultimo poligono con 15 secondi sulle avversarie, è costretta a imboccare il giro di penalità per ben due volte, terminando la sua prova con il 18/20 a 15 secondi da Weidel e precedendo la giovane compagna di squadra Johansen, quarta. Delusa di giornata la leader della generale Vanessa Voigt. La tedesca, ieri quinta, si è trovata in difficoltà al tiro con quattro errori commessi, tre dei quali nella serie finale e ha chiuso la prova in 19esima piazza a 1’52”1 dalla testa.

Tra le azzurre la migliore anche oggi è la valdostana Samuela Comola, ieri 33esima, che conclude la sua gara in 25esima posizione con due errori commessi nella terza serie. Chiudono l’inseguimento in zona punti anche la friulana Eleonora Fauner (0+0+3+0) 36esima e Nicole Gontier (2+1+2+1) in 38esima posizione.

 

Trionfo norvegese invece al maschile. La seconda tappa slovacca si è infatti conclusa con una tripletta norge. Il successo è andato a Endre Stroemsheim che, in rimonta dopo il 13esimo posto della sprint, si impone sui connazionali Sivert Bakken e Aleksander Andersen (ieri rispettivamente sesto e nono).

Stroemsheim, nonostante l’errore commesso all’ultimo poligono, ottiene cosi il suo secondo successo stagionale battendo in volata per soli 1.45 secondi il connazionale Sivert Bakken (0+1+0+1), che con il secondo posto si porta in testa alla classifica generale. Chiude il podio Aleksander Andersen con il 19/20 (0+1+0+0) anche lui in lotta per la generale ad un solo punto dal connazionale. Appena fuori dalla top-3 i due tedeschi Justus Strelow, che ha trovato lo zero, e David Zobel (0+1+1+0), rispettivamente distaccati di 17.1 e 40.8 secondi.

Bella prova in rimonta per tre degli azzurri qualificati: Giuseppe Montello, dopo aver trovato lo zero nelle due serie a terra deve concedere 3 errori distribuiti nelle serie in piedi, il secondo tempo sugli sci di giornata gli garantisce comunque un balzo in avanti rispetto al pettorale 18 di partenza, concludendo la gara in 14esimo piazza a 1’14.1” dalla vetta. Poco più indietro Daniele Cappellari 18mo e Patrick Braunhofer 19mo, entrambi nella top 20 con il 19/20. I due tiratori azzurri, ieri rispetivamente 49esimo e 33esimo, si sono giocati il risultato finale in volata dove il friulano ha avuto la meglio per soli due decimi. 27ma posizione ed ennesimo piazzamento a punti per Nicola Romanin (1+0+1+2), reduce da una buonissima tappa con addirittura una top-5, mentre chiudono fuori dalla zona punti 41mo Saverio Zini con quattro errori e 57mo Jan Kuppelwieser con cinque.

Foto: IBU

Elena Facondo