Biathlon Azzurro

Ibu Cup, sprint Obertilliach 2021: primo podio senior per Rebecca Passler! Saverio Zini nono tra gli uomini

Straordinario terzo posto della nostra Rebecca Passler nella sprint femminile disputata oggi a Obertilliach (Austria) dove il circuito cadetto dell’IBU Cup sta vivendo le emozioni dell’ultima tappa del suo accorciato calendario 2021. La diciannovenne altoatesina ha centrato, grazie al doppio zero e a un convincente passo sugli sci, il primo podio individuale della carriera tra le senior, dimostrandosi ancora una volta pronta e uno dei prospetti più brillanti del panorama giovanile del biathlon.

La prova è stata segnata anche dall’incredibile vittoria a pari merito tra la norvegese Emilie Kalkenberg e la russa Anastasiia Egorova, entrambe perfette al tiro e passate sulla linea del traguardo con il tempo di 20:12.6. La scandinava è stata la prima ad arrivare, col pettorale 28, e ha tremato una ventina di minuti più tardi quando l’avversaria, che conosceva il suo tempo, è uscita dal secondo poligono con 2.8″ di margine, salvo perdere quel margine al decimo di secondo nell’ultima tornata.

Quarta posizione per l’altra norvegese Juni Arnekleiv (0) a 21″, che ha beffato di 7 decimi la svedese Elizabeth Hoegberg che è l’unica ad aver commesso un errore, a terra, e dunque a poter recriminare qualcosa in ottica successo. Per quanto riguarda le altre nostre beniamine in corsa, arrivo in parata virtuale per Hanna AuchentallerLinda Zingerle e Samuela Comola, che si piazzano rispettivamente al 24°, 25° e 26° posto, tutte e tre con un errore al poligono a 1’10” dalla testa, distanziate di un nulla tra di loro. La valdostana Martina Trabucchi si ferma al 33° posto con un errore al poligono a 1’26 dalla coppia vincitrice mentre più arretrate oggi Eleonora Fauner e Beatrice Trabucchi, 53° e 55° a causa di due errori al poligono.

Nella mattinata si è disputata invece la prova maschile col ritorno al successo di Philipp Nawrath, alla terza vittoria stagionale: il bavarese ha offerto un’autentica prova di forza trovando il doppio zero ed è riuscito a sbaragliare la concorrenza trovando anche il miglior tempo sugli sci. Prova perfetta dell’esperto teutonico, recentemente vincitore nella staffetta di Coppa del Mondo a Nove Mesto. Con questo successo Nawrath passa in vetta alla classifica generale di Ibu Cup, anche se la lotta sembra serrata sino all’ultimo e coinvolge almeno quattro atleti: Sivert Guttorm Bakken, oggi ottavo, Filip Fjeld Andersen e Alexsander Fjeld Andersen. Quest’ultimo ha piazzato un acuto importante trovando la seconda posizione, ma staccato dal vincitore di 27.2″ con un errore in più e un passo sugli sci stretti in linea con quello del tedesco.

Completa il podio in terza posizione Hugo Rivail, la rivelazione di questa tappa, che si ripete dopo la vittoria nella Short Individual. Quest’oggi il francese ha trovato lo 0, finendo a 33.6″ da Nawrath. Eppure la sua crescita è davvero interessante ed andrà monitorata anche nella prossima stagione, a simboleggiare un movimento francese in gran condizione, che ha appena fatto incetta di medaglie ai Mondiali Juniores, sempre nella medesima tappa austriaca.

Vi sono poi due ex-equo: il primo si trova in quarta posizione e riguarda Dominick Schmuck con lo 0 ed Erlend Bjoentegaard con una penalità, ambidue staccati di 35.6″ dalla vetta. Vi sono poi appaiati Haavad Bogetveit e Filip Andersen: quest’ultimo, leader prima della gara odierna della generale, ha pagato un errore al poligono e nonostante il consueto buon passo sugli sci, ha concluso a 39.6″. Tanta Norvegia nei 10 con l’ottavo posto del giovane Bakken, altro elemento in crescita della squadra, la cui abbondanza si spreca.

Nono il primo degli azzurri, Saverio Zini, con lo zero e staccato di 48.2″ da Nawrath. L’azzurro ha faticato a tenere il passo sugli sugli sci dei migliori, cosi come il compagno di squadra Daniele Cappellari, 11esimo con lo 0 e oltre il minuto di distacco dopo il bellissimo podio di mercoledì nella short individual. Tredicesimo Giuseppe Montello, con due errori, ma il migliore italiano per andamento nel fondo e staccato di 1.12.2″ dal primo. 25esimo Patrick Braunhofer e 39esimo il giovane Iacopo Leonesio. Più indietro Nicola Romanin, 43esimo e David Zingerle, 60esimo.

L’ Ibu Cup maschile si concluderà con un’altra sprint prevista domani e con le staffette miste di domenica.

Manuel D’Angeli

Foto: Reichert/ IBU