Biathlon Azzurro

Nove Mesto 2021: dominio Germania nella staffetta maschile, Italia settima

La Germania vince la staffetta maschile 4×7.5km di Nove Mesto Na Morave 2021. Un ottimo Lesser lancia la squadra nel migliore dei modi, Doll e Peiffer incrementano il vantaggio e Nawrath gestisce bene in chiusura, usando una sola ricarica a terra. I tedeschi dominano la gara con il tempo complessivo di 1:12:28.1, tornando così sul gradino più alto del podio. Seconda posizione per una solida Russia, che con il quartetto Khalili-Eliseev-Loginov-Latypov chiude con otto ricariche totali e un distacco di 1’21″7 dai vincitori. Completa il podio la Norvegia, che dopo la buona prima frazione di Laegreid va in difficoltà nel tiro in piedi. Infatti, Dale, Tarjei e Johannes Boe incappano ciascuno in un giro di penalità, terminando la gara con un ritardo di 1’33″2. Terza piazza che regala ai norvegesi la Coppa di Specialità.

Buona prova della Slovenia: Trsan beffa in volata Jacquelin e, unito alle frazioni di Dovzan, Fak e Bauer, porta la squadra ai piedi del podio (+2’13″2). Quinta posizione dunque per una deludente Francia, staccata di 2’14″7. Guigonnat, Fillon Maillet e Desthieux contengono il distacco dalla testa, ma un disastro di Jacquelin nel poligono a terra (un solo colpo a segno, quattro giri di penalità) impedisce alla squadra di salire sul podio. Ancora bene l’Austria, che con Komatz, Eder, Leitner e Lemmerer è la più precisa al tiro (solo cinque ricariche) e chiude sesta con un distacco di 2’17”.

Proprio il poligono si è rivelato il punto debole invece dell’Italia. Didier Bionaz e Lukas Hofer limitano i danni tenendosi attorno al minuto di distacco, Tommaso Giacomel fatica nella prima serie ma con una sola ricarica in piedi porta l’Italia al quinto posto. Ogni velleità di podio svanisce però con le tre ricariche a terra di Dominik Windisch, che poi incappa anche nel giro di penalità nella serie in piedi. Il quartetto azzurro, con un giro e 15 ricariche complessive, deve dunque accontentarsi della settima piazza conclusiva a +2’48″1 dai vincitori.

Il prossimo appuntamento è per sabato 6 marzo, con le due sprint: alle ore 11:00 quella femminile e alle 13:40 quella maschile.

Deborah Sartori