Biathlon Azzurro

Oestersund 2021: Tiril Eckhoff vince la settima sprint consecutiva, grandissimo secondo posto per Wierer

Continua il momento d’oro di Tiril Eckhoff che si impone nella sprint di Oestersund, ottenendo il quinto successo di fila. La norvegese è riuscita a dimostrare, per l’ennesima volta, la propria superiorità sugli sci stretti e nonostante l’errore in piedi, complice un poligono forzato oltre i suoi standard, è riuscita a vincere la gara.

Dietro la nativa di Baeurum chiude a 2.5″ di ritardo una strepitosa Dorothea Wierer. L’azzurra è stata perfetta al poligono e in piedi ha forzato al meglio, guadagnando secondi preziosi sulle rivali. Dopo un difficoltoso mese di gennaio e un Mondiale privo di medaglie, l’altoatesina è riuscita a ritrovare la precisione e ha così centrato il suo secondo podio post Pokljuka. In terza posizione Ingrid Landmark Tandrevold: la classe 96′ si è dimostrata in grande condizione in questo finale di stagione, ma nulla ha potuto contro le prime due. Nonostante lo zero, un range time troppo elevato le ha tolto la possibilità di lottare per la vittoria, che ancora le manca a livello individuale in Coppa del Mondo. Alla fine il suo distacco è di 6.7″, comunque interessante in ottica inseguimento.

In quarta posizione un’ottima Anais Chevalier, staccata di 15.4″ dalla vetta, a causa di un errore di troppo. In quinta posizione la solita Lisa Theresa Hauser, a sua volta con un giro di penalità e staccata di 16.4″.In sesta posizione Marte Roeiseland, attardata di 18.2″, a testimoniare l’equilibrio odierno. La norvegese sta faticando dopo l’ottimo abbrivio stagionale. Ciononostante rimane saldamente la seconda forza della generale, posizione che sembra in saldo, e ha la  possibilità di gareggiare per la conquista della Coppa di specialità nella Mass Start. Settima ed ottava le due rivelazioni , Lena Haecki e Milena Todorova, poco oltre i 20 secondi di ritardo. Da segnalare il buon debutto (in casa) in Coppa del Mondo per Stina Nilsson, 26esima con un errore, non dimostratasi al meglio nel fondo.

Per quanto riguarda il resto delle azzurre impegnate oggi: 20esima Lisa Vittozzi con un errore a terra, ma staccata di solamente 45.5″. 91esima invece Michela Carrara, che non ripete i buoni segnali palesati nelle scorse tappe e conclude con ben quattro errori.

Considerando i distacchi risicati, si preannuncia spettacolare la prova a inseguimento che andrà in scena domani. Appuntamento quindi alle ore 12,15 per la penultima prova femminile della stagione.

Foto: Manzoni/IBU

Manuel D’Angeli