fbpx
Julia Simon Francia

Otepää: la Francia si ripete anche nella sprint femminile. Trionfa Julia Simon davanti alle sorprese Voigt e Knotten. Italiane fuori dalle 20 e solo Wierer nella mass-start

Dopo la vittoria di Quentin Fillon-Maillet nella sprint maschile di ieri, i colori transalpini trionfano anche oggi, nella sprint femminile di Coppa del Mondo di Biathlon a Otepää, grazie a Julia Simon. La 25enne francese centra la prima vittoria individuale della stagione, migliorando i quattro secondi posti che aveva raggiunto in stagione, grazie a una gara che, nonostante l’errore in piedi, l’ha vista comandare nella maggior parte dei rilevamenti lungo la pista.

Dopo un primo giro perfetto, con un gran passo sugli sci e lo zero al poligono, ha svolto una seconda tornata leggermente meno incisiva che si è complicata con l’errore in piedi. Un unico bersaglio mancato però, soprattutto rispetto ai tanti errori delle avversarie più blasonate, le hanno permesso comunque di mantenere la testa anche all’uscita dal secondo poligono (fino a Knotten). Da lì ha messo in pista tutte le proprie forze e ha centrato il primo successo stagionale, il quarto della carriera.

Dietro di lei, a completare il terzetto delle migliori, due sorprese: seconda all’arrivo a 11”, è la tedesca Vanessa Voigt, che trova uno dei pochissimi zero della gara ma non centra la vittoria, soprattutto, a causa di una folata di vento che l’ha rallentata molto nell’apertura della sessione del tiro a terra, cominciando la serie solo dopo 23”. Un ultimo giro comunque solido le permette di battere momentaneamente la compagna di squadra più blasonata Denise Herrmann.

A evitare la doppietta tedesca sul podio ci ha pensato però la norvegese Karoline Knotten, che partita con il pettorale 53, ha rovinato la festa con un bellissimo 10/10, soprattutto con un grande poligono in piedi, che l’hanno fatta uscire addirittura avanti a Simon. Ad onore del vero, va detto che nel corso della gara le condizioni sono notevolmente migliorate, avvantaggiando in parte le atlete partite con i pettorali più alti. Ciò non toglie minimamente merito alla prestazione di Knotten, che paga un pò nel finale ma ottiene il secondo podio della carriera, dopo il terzo posto nella sprint di Kontiolathi dello scorso anno.

Knotten diventa la terza norvegese sul podio in stagione; a questa conta manca ancora Ingrid Tandrevold, che anche oggi trova una bella prestazione con il quinto posto finale ( 0+1) a 21”9, senza però centrare il podio.

Le grandi favorite di giornata E. Oeberg (1+0), Roeiseland (1+1) ed Eckhoff (1+1), chiudono in ottava, decima e undicesima posizione staccate rispettivamente in 33”5, 35”5, 39” da Julia Simon.

In casa Italia, la giornata non ha riservato notizie positive: nessuna atleta atleta azzurra è entrata nelle prime 20 posizioni e soprattutto, al di là di Dorothea Wierer (oggi 21esima a 1’19”6 con du errori) che era già dentro per il posizionamento nella classifica generale, nessuna ha centrato la qualificazione alla mass-start di domani. Gara praticamente fotocopia per quanto riguarda gli errori  per Wierer, Sanfilippo e Comola che dopo un bel 5/5 a terra,  sbagliano tutte e tre  due volte in piedi.

Federica Sanfilippo arriva 29esima a 1’38”8 mentre Samuela Comola 41esima a 2’01”5. Lisa Vittozzi, invece, lascia le prime 25 posizioni della classifica generale a casa dei 5 errori odierni (2+3) che la relegano in 65esima posizione a 2’40”2.

 

Domani, sabato 12 marzo sarà tempo di mass-start, sia al maschile (13:00) che al femminile (15:15), mentre domenica 13 marzo andranno in scena la staffette mista (12:30) e single mixed (15:15).

 

RISULTATICLASSIFICHE 

 

Foto: Elvis

Alberto Pilone